Pillola avvelenata: la storia di meflochina dal laboratorio al tribunale

Parte 2: Processo e politica

Rompere un Mito

In realtà stavo per portare questo alla fine della parte 1, ma andrà altrettanto bene qui. Un mito / diceria / cospirazione esiste riguardo a meflochina e al tentativo della CIA di creare una linea di super-soldato usando il controllo della mente. Lasciatemi affrontare questo è proprio ora.

Come la maggior parte dei miti, c’è qualche base per loro in eventi o situazioni di vita vera. È solo che devi ricordare di capire le cose nella loro giusta prospettiva. È vero che la meflochina era uno dei farmaci testati dalla CIA durante il suo progetto MK Ultra. Ci sono prove documentate di questo, e non ho dubbi che ciò sia accaduto. Il fatto che i governi si impegnino in progetti discutibili come questo non dovrebbe essere una sorpresa per nessuno ormai.

Tuttavia (e un grande comunque) c’è altro che è necessario prendere in considerazione. Ad esempio, meflochina era una delle migliaia di farmaci testati in quel programma, e c’era una buona ragione per essere testata. Come altri farmaci contro la malaria, meflochina appartiene a una famiglia di farmaci noti come chinolina. Un altro anti-malaria, la clorochina, è anche un chinilone, e sono tutti derivati della chinina, l’estratto tossico noto per la sua proprietà anti-malaria.

Questi non devono essere confusi con i chinoloni. In questa famiglia di farmaci sono presenti antibiotici, in particolare fluorochinoloni come la ciprofloxacina. Questi farmaci sono noti anche per i loro potenziali effetti collaterali e occorre prestare attenzione quando li assumono. Sebbene non sia noto causare gravi problemi psichiatrici, i fluorochinoloni possono causare reazioni del Sistema Nervoso Centrale come mal di testa, vertigini o insonnia.

Non c’è nulla di significativo nel fatto che la meflochina sia stata testata in questo programma, che si è concluso nel 1973 a proposito. E ‘stato testato perché altri farmaci con un trucco simile erano noti per avere effetti collaterali che alterano la mente. Per essere al sicuro, ho passato un po ‘di tempo a esaminare la probabilità che potesse esserci del vero per le voci. Non ho trovato assolutamente nessuna prova credibile che mi convincesse che avrebbe giustificato ulteriori indagini. Questo mito è solo questo, un mito, ed è stato eliminato.

Il business e la politica dei prodotti farmaceutici

La borsa di New York

Negli anni ’80, la regolamentazione dei farmaci da prescrizione era diventata un argomento di grande discussione in una serie di circoli. C’è stato un appello crescente per ridurre il tempo che stava assumendo perché le droghe arrivassero sul mercato e un interessante mix di partiti stava facendo questa chiamata.

Naturalmente l’industria farmaceutica aveva un interesse particolare in questo. Con miliardi di dollari in gioco, prima una società può introdurre sul mercato un nuovo farmaco, prima può iniziare a recuperare i costi di sviluppo di quel farmaco e, auspicabilmente, realizzare un profitto prima che il brevetto sul farmaco scada. Le aziende farmaceutiche spendono miliardi di dollari ogni anno per la ricerca e lo sviluppo di nuove terapie, quindi essere in grado di recuperare questi costi aiuta a garantire che questa ricerca possa continuare nel futuro.

All’interno della comunità medica, c’è il desiderio di eliminare i processi burocratici che stanno ritardando la disponibilità di farmaci potenzialmente salvavita. Molti medici hanno avuto pazienti che beneficerebbero di una nuova terapia in attesa di approvazione normativa. Può spesso essere un processo lungo e articolato, ei pazienti possono morire aspettando che un nuovo farmaco passi attraverso la burocrazia.

Qualsiasi dottore probabilmente ti dirà che hanno affrontato un enigma o due nella loro carriera, e molti dei loro pazienti affrontano gli stessi enigmi. Uno dei maggiori riguarda i farmaci. Non esiste una “medicina perfetta”, ogni farmaco ha effetti collaterali. Il problema emerge quando gli effetti collaterali del farmaco sono peggiori della malattia che si intende trattare. I pazienti oncologici in chemioterapia possono attestare questa prima mano.

È qualcosa di cui sono anche molto consapevole, a mia madre è stata diagnosticata l’artrite reumatoide l’anno scorso. Le è stato consigliato di prendere metotrexato, un farmaco comunemente usato anche nei regimi di chemioterapia di persone che combattono varie forme di cancro. Dato il trade-off, stiamo esaminando altre alternative, che è ciò che farebbero molte persone.

Tuttavia, quando si parla di molti scienziati, la cosa che di solito conta di più è l’efficacia del farmaco. Può curare efficacemente la malattia entro un determinato periodo di tempo. Quando i primi risultati di una sperimentazione o di un esperimento dimostrano che un composto ha la capacità di fare ciò che era destinato a fare, e farlo bene, vi è quindi una spinta per procedere ulteriormente con ulteriori studi che confermeranno i risultati. Che qualcuno possa essere danneggiato o morire dal composto non è entrato nell’equazione a questo punto.

Man mano che vengono fatti ulteriori studi, i tassi di successo nella cura della malattia spesso oscurano qualsiasi potenziale effetto avverso che potrebbe verificarsi. Potrebbe esserci la tendenza a minimizzare tali risultati come coincidenti per ritrarre i risultati in una luce più positiva.

1985: un anno importante

Lariam è stato approvato per l’uso in Svizzera nel 1985 dalla Interkantonale Kontrollstelle ftir Heilmittel (lKS), l’organismo di regolamentazione responsabile dell’approvazione dei farmaci con obbligo di prescrizione medica in Svizzera all’epoca. Un estratto di un articolo pubblicato nell’Annual Review of Public Health del 1986 recita:

In Svizzera, l’IKS è autorizzato a valutare nuovi agenti terapeutici prima della commercializzazione e a notificare ai cantoni (unità di governo locali responsabili dell’assistenza sanitaria) la valutazione relativa alla composizione, alla pubblicità e al prezzo, nonché la sua decisione in merito all’approvazione o alla negazione di autorizzazione alla vendita (20). Requisiti specifici per la registrazione, compresi i dati sulla sicurezza e l’efficacia, sono inclusi nei regolamenti formulati nel 1955, 1963 e 1972. Dal 1973, l’IKS è stato anche autorizzato a controllare la produzione di agenti farmaceutici. Il sistema svizzero di approvazione dei farmaci è notevole per la sua semplicità e la mancanza di specifiche e requisiti dettagliati. Un farmacologo universitario svizzero ha notato che l’alto livello di cooperazione tra l’IKS e l’industria è una caratteristica notevole

Ann. Rev. Sanità pubblica. 1986. 7: 217-35 Copyright © 1986 di Annual Reviews Inc. Tutti i diritti riservati

Quello stesso anno fu anche un anno importante per la droga negli Stati Uniti. Quell’anno, la FDA raccomandò che la meflochina fosse approvata per l’uso negli Stati Uniti. L’ufficiale medico della FDA che faceva la raccomandazione era la dottoressa Celia Maxwell. I rapporti pubblicati all’epoca sembrano indicare che il dottor Maxwell era molto entusiasta della meflochina, quasi al punto di sembrare una cheerleader per questo.

Questi rapporti rivelano anche che, nonostante la sua apparente opinione di meflochina, il dott. Maxwell non ha mai assunto la droga da sola, citando “sensibilità multiple alla droga”. Attualmente ricopre il ruolo di Dean Associato di Ricerca presso la Howard University di Washington D.C. Ho inviato e-mail al Dr. Maxwell, chiedendo se sarebbe stata disposta a discutere con me di questa questione, ma fino ad oggi non ha ricevuto alcuna risposta. Continuerò a provare, e se ricevo effettivamente una risposta, pubblicherò un aggiornamento immediato.

Dr. Celia Maxwell

Il 1985 è stato un anno difficile per l’amministrazione alimentare e farmaceutica. In primo luogo, il Congresso stava facendo pressione per ridurre la quantità di tempo necessario per ottenere un farmaco sul mercato, e hanno concentrato la loro attenzione sul regolatore per convincerli a fare qualcosa al riguardo. I funzionari del Congresso erano stati corteggiati dalla potente lobby farmaceutica, e con milioni di dollari di potenziali contributi elettorali sulla linea, agirono rapidamente.

Allo stesso tempo, l’amministrazione del cibo e della droga è stata coinvolta in uno scandalo di corruzione, quando sono stati scoperti i profitti generati dalle aziende farmaceutiche generiche e dai dipendenti delle amministrazioni alimentari. Lo scandalo sembra essere stato solo collegato a farmaci generici, e non vi è alcuna indicazione che la raccomandazione data dal Dr. Maxwell è stata data in considerazione per il risarcimento da qualsiasi parte. Eppure, è stata una grande scossa nella cultura dell’amministrazione del cibo e della droga.

Durante gli anni ’80 ci fu un numero sempre crescente di studi sulla meflochina. La maggior parte ha coinvolto l’interazione di meflochina con altri farmaci e si svolgerà in luoghi di tutto il mondo e con un numero variabile di partecipanti. Ancora una volta, ci sono state segnalazioni di eventi avversi gravi che hanno coinvolto la sintomatologia psicologica, ma gli studi sono stati di supporto schiacciante di meflochina.

Comprensione del processo: prove cliniche

Poiché gli studi clinici svolgono un ruolo importante in questa storia e nel processo di approvazione per il farmaco che prendi, ho pensato che ti avrei guidato attraverso di esso per aiutarti a mettere le cose in prospettiva.

Non ci sono regole rigide che regolano le sperimentazioni cliniche, nulla di specifico sul numero richiesto di partecipanti a uno studio e altre cose di questa natura. Le prove cliniche, in teoria, sono progettate per ottenere il miglior risultato possibile in una circostanza ottimale. Molte volte, le circostanze sono lontane dal caso migliore, in particolare quando si tratta del numero di soggetti (persone) disponibili per partecipare a uno studio.

Fase zero

In genere, ci sono cinque fasi per una sperimentazione clinica, anche se solo quattro sono indicati. Il primo è indicato come lo studio clinico di fase zero. Questi studi sono diversi da altri studi clinici in quanto sono studi esplorativi utilizzati per accelerare il processo di approvazione di un nuovo farmaco e di solito vengono effettuati solo su alcuni pazienti. Molte volte si tratta di farmaci sperimentali e vengono eseguiti in circostanze eccezionali.

Sto per salvare me stesso un po ‘di dolore e basta copiare e superare questa prossima sezione sulle prove cliniche umane da centerwatch.com.

Fase I

Gli studi di fase I valutano la sicurezza di un farmaco o dispositivo. Questa fase iniziale di test, che può richiedere diversi mesi per completare, di solito include un piccolo numero di volontari sani (da 20 a 100), che sono generalmente pagati per partecipare allo studio. Lo studio è progettato per determinare gli effetti del farmaco o del dispositivo sugli esseri umani, compreso il modo in cui viene assorbito, metabolizzato ed escreto. Questa fase studia anche gli effetti collaterali che si verificano quando vengono aumentati i livelli di dosaggio. Circa il 70% dei farmaci sperimentali supera questa fase di test.

Fase II

Gli studi di fase II testano l’efficacia di un farmaco o di un dispositivo. Questa seconda fase di test può durare da diversi mesi a due anni e coinvolge fino a diverse centinaia di pazienti. La maggior parte degli studi di fase II sono studi randomizzati in cui un gruppo di pazienti riceve il farmaco sperimentale, mentre un secondo gruppo “di controllo” riceve un trattamento standard o un placebo. Spesso questi studi sono “ciechi”, il che significa che né i pazienti né i ricercatori sanno chi ha ricevuto il farmaco sperimentale. Ciò consente agli investigatori di fornire all’azienda farmaceutica e alla FDA informazioni comparative sulla sicurezza relativa e sull’efficacia del nuovo farmaco. Circa un terzo dei farmaci sperimentali completano con successo gli studi di fase I e di fase II.

Fase III

Gli studi di fase III prevedono test randomizzati e ciechi da diverse centinaia a diverse migliaia di pazienti. Questo test su larga scala, che può durare diversi anni, fornisce all’azienda farmaceutica e alla FDA una comprensione più approfondita dell’efficacia del farmaco o del dispositivo, dei benefici e della gamma di possibili reazioni avverse. Dal 70% al 90% dei farmaci che entrano negli studi di fase III completano con successo questa fase di test. Una volta completata la fase III, un’azienda farmaceutica può richiedere l’approvazione della FDA per commercializzare il farmaco.

Fase IV

Gli studi di fase IV, spesso denominati Trials di sorveglianza post marketing, sono condotti dopo che un farmaco o un dispositivo è stato approvato per la vendita al consumo. Le aziende farmaceutiche hanno diversi obiettivi in questa fase: (1) confrontare un farmaco con altri farmaci già presenti sul mercato; (2) monitorare l’efficacia a lungo termine di un farmaco e l’impatto sulla qualità della vita di un paziente; e (3) determinare il rapporto costo-efficacia di una terapia farmacologica rispetto ad altre terapie tradizionali e nuove. Gli studi di fase IV possono comportare l’esclusione dal mercato di un farmaco o di un dispositivo o la possibilità di porre restrizioni sul prodotto in base ai risultati dello studio.

È chiaro che sarebbe estremamente difficile eseguire la sperimentazione clinica perfettamente ideale, così come sono le cose. Questo rischio si accompagna a tutti i farmaci presenti sul mercato e prendiamo questo rischio ad ogni dosaggio di un nuovo farmaco. Alla fine si tratta di valutare se il premio vale o meno il rischio. A volte lo è, e tragicamente, a volte non lo è.

Questa è una domanda che molti chiederanno dopo il 1989, l’anno in cui Lariam è stato approvato per l’uso negli Stati Uniti dalla Food and Drug Administration. Sfortunatamente, molti di quelli otterrebbero la risposta che non volevano ottenere.

Nella terza parte, iniziano le segnalazioni di eventi avversi e il farmaco è implicato in un omicidio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s