I veterani italiani devono leggere questo messaggio importante

Se ti è stato diagnosticato un DPTS dopo essere stato nell’esercito, potresti effettivamente avere un danno cerebrale.

I soldati italiani vittime della “sindrome Vietnam”

https://it.insideover.com/guerra/soldati-italiani-vittime-della-sindrome-vietnam.html

Il mio nome è Derek Bodner, e sono un avvocato veterano e giornalista investigativo freelance. All’inizio di quest’anno, ho fatto un’indagine sulla meflochina della droga anti-malaria, che ha il marchio Lariam in molti paesi, ed è rimasta sbalordata dall’impatto che questo farmaco ha avuto sui veterani in Canada e in tutto il mondo.

Da quel momento in poi, lavorerò per far conoscere ai veterani di tutto il mondo la meflochina e il danno che provoca.

Un numero incredibilmente elevato di veterani in tutto il mondo sta subendo gli effetti della tossicità di meflochina, e non hanno assolutamente idea di averlo o di quello che è anche per quella materia.

Questi sono veterani che sono stati dispiegati all’estero mentre erano nell’esercito e sono stati inviati in una zona di malaria, forse in Africa. Hanno ricevuto un farmaco anti-malarico come profilassi e quella droga, meflochina, può causare danni al tronco cerebrale in un numero significativo di coloro che la prendono. In questo momento, non c’è modo di sapere a chi accadrà e chi no.

La malattia che causa, l’encefalopatia cronica della quinolina, viene spesso diagnosticata erroneamente come disturbo post traumatico da stress (DPTS). Questo perché molti dei sintomi della tossicità della meflochina sono sintomi osservati in DPTS. Cose come:

  • ansia
  • depressione
  • allucinazioni
  • incubi
  • problemi di memoria
  • comportamento aggressivo
  • difficoltà a dormire

Ma ci sono anche una serie di altri sintomi che non arrivano con DPTS. Succedono a causa del danno al tronco cerebrale. Queste sono cose come:

  • tinnito (ronzio nelle orecchie)
  • vertigini
  • problemi con il tratto digestivo (reflusso acido, diarrea, mal di stomaco)
  • fotofobia (sensibilità alla luce)
  • formicolio alle estremità
  • emicranie improvvise

I pensieri sul suicidio sono prevalenti nella maggior parte dei soggetti con tossicità da meflochina e molti hanno preso la vita senza sapere perché si sentivano come loro. Pensavano che stessero impazzendo, o forse non lo avevano capito, ma erano stati avvelenati da una tossina che distruggeva i loro cervelli.

Alle madri di veterani

Alle madri di veterani italiani che si sono suicidati, è importante che tu lo sappia. È importante che tu sappia che non è stata colpa tua, che non è stato qualcosa che hai detto o fatto e che questo non è stato trasmesso geneticamente.

Tuo figlio ti è stato tolto dal veleno che il tuo governo ha deliberatamente dato alle loro truppe, proprio come hanno fatto gli altri governi di tutto il mondo. Sarebbe ancora con te se non gli fosse stato ordinato di prendere una pillola che si sapeva essere pericolosa. In Canada e in Irlanda i veterani stanno portando i loro governi in tribunale per risolvere questo problema, e i veterani negli Stati Uniti stanno portando in tribunale la Roche Pharmaceuticals, il produttore di meflochina.

Al momento non esiste una cura per questo, ma la malattia può essere gestita. Per molti veterani, semplicemente sapere cosa c’è di sbagliato in loro è stato sufficiente a riportarli dall’orlo del suicidio. Sapere che c’è speranza di avere almeno una migliore qualità della vita è spesso ciò che serve per dare a qualcuno la volontà di voler vivere di nuovo.

Il principale esperto del mondo

C’è qualcuno che ha dedicato la sua vita a studiare questa malattia e questo è il Dr. Remington Nevin, un epidemiologo ed ex ufficiale dell’esercito. Ha fatto ricerche pionieristiche su di esso e, nel 2006, è stato il primo a identificare il danno cerebrale alle cause della droga.

Ha scritto numerosi articoli accademici e documenti di ricerca che sono disponibili online e sarebbe un’ottima risorsa per mostrare il medico di famiglia.

Home

Puoi contattarmi se hai domande

Se avete domande o desiderate maggiori informazioni, non esitate a inviarmi una e-mail. La meraviglia della tecnologia moderna ci consente di scrivere l’un l’altro nelle nostre lingue native e di interpretarlo automaticamente nell’altro.

La mia email è:

imtadvnetwork@gmail.com

Per favore, condividilo con tutti quelli che conosci

È estremamente importante che queste informazioni raggiungano ogni veterano possibile, quindi ti chiederei di condividerla con qualsiasi gruppo di veterani o veterani che potresti conoscere. Pubblicalo sulla tua pagina Facebook o su qualsiasi altra piattaforma di social media su cui potresti trovarti.

Inoltre, se sai come sarei in grado di contattare gruppi di veterani o di veterani, gradirei le loro informazioni in modo che io possa farlo il prima possibile.

Grazie.

Un serio incubo: le reazioni avverse psichiatriche e neurologiche alla meflochina sono reazioni avverse gravi (In inglese)

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5684859/

Effetti collaterali psichiatrici di Meflochina: Applicazioni alla psichiatria forense (In inglese)

https://www.ghdonline.org/uploads/Psychatric_side_effects_of_mefloquine..pdf

Tossicità idiosincratica della chinina del sistema nervoso centrale: approfondimenti storici sulle sequele neurologiche croniche di meflochina

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2211320714000074

Encefalopatia limbica e vestibolopatia centrale causata da meflochina: un caso clinico

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S1477893912000336

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s